Alma Technology

La tua Web Agency a Roma

Realizzazione Siti Web

Posizionamento SEO

Social Media Marketing

Contattaci
Troviamo insieme una soluzione adatta alle tue esigenze di visibilità online.

+39 392 93 23 730

info@almatecsrl.com

P. delle Crociate, 11 00162-Roma

+39 3929323730

Piazza delle Crociate, 11 00162 ROMA

Top

Gli Instant Articles di Facebook

Gli Instant Articles di Facebook

Instant Article: il nuovo strumento di condivisione di Facebook

Risale a pochi giorni fa la notizia della nascita degli Instant Articles, il nuovo strumento di condivisione introdotto dal famoso social network.

Facebook mette così a disposizione dei suoi utenti un mezzo totalmente nuovo, che possa permettere loro di condividere i contenuti, ormai al centro di ogni strategia (come abbiamo visto nel post sul Content Marketing). A giovarne maggiormente saranno senza dubbio tutti quei blog e giornali online, che avranno l’opportunità di sfruttare una nuova tipologia di diffusione dei loro articoli.

L’idea che ha spinto alla creazione di questo nuovo strumento vuole favorire la lettura di post e articoli direttamente dal dispositivo mobile degli utenti, in modo tale da aumentare la velocità del caricamento da parte dell’applicazione.

Questi particolari articoli sono quindi un aiuto sia per utenti, sia per gli editori che scelgono di adottarli al fine di favorire l’esperienza di visualizzazione e lettura dei post e raggiungere meglio e più velocemente il proprio pubblico.

Ma come funziona un Instant Article? Vediamolo insieme.

Per creare un Instant Article è necessario accedere all’area di Facebook dedicata agli strumenti di Articoli interattivi, presente all’interno delle proprie pagine. Dopo aver reclamato l’URL che possa ricollegarsi al proprio dominio, bisogna installare sul proprio dispositivo mobile l’applicazione che consente di gestire le pagine Facebook, che permetterà di visualizzare un’anteprima degli articoli pubblicati. A questo punto Facebook mette a disposizione una serie di strumenti per poter personalizzare la visualizzazione grafica, come un vero template. Basta quindi formattare gli articoli, scegliere la metodologia più adatta per la loro distribuzione e connetterli alla propria pagina.

Seguendo le linee guida fornite da Facebook sarà possibile verificare la conformità degli articoli, che dovranno essere inviati a Facebook per far sì che possa essere visibile il loro aspetto e le funzioni interattive che si vogliono applicare alla loro lettura. Solo a questo punto sarà possibile iniziare a pubblicare i propri Instant Articles.

Per quanto riguarda, invece, il lato utente, un Instant Article è riconoscibile per la presenza della piccola icona di un fulmine, posta in alto a destra. La figura rappresenta proprio la rapidità con cui l’articolo verrà aperto, rispetto al normale caricamento via browser. All’interno di ogni post, contrassegnato dall’icona di Facebook e da quella della testata che l’ha pubblicato, è addirittura possibile mettere like ad esempio alle immagini o inserire commenti, interagendo in prima persona. Ulteriori strumenti sono poi i pulsanti di condivisione.

Un ultimo elemento da sottolineare. Se per la lettura di un post si rimane all’interno del “cerchio” di Facebook, il traffico sui cosiddetti siti dominanti, ovvero quelli indicizzati da Google, andrà sempre più a diminuire. Questo perché l’utente non si sposta più verso un’altra pagina web per aprire l’articolo ma resta dentro l’applicazione. Un’evoluzione della condivisione su Facebook come quella rappresentata dagli Instant Articles può diventare, quindi, una minaccia reale per i motori di ricerca e gli strumenti di analisi ad essi collegati.

No Comments

Post a Comment